MOTORE ASINCRONO TRIFASE

































Motore asincrono trifase
Il motore asincrono trifase viene alimentato da un sistema di tensioni trifasi cioè tre tensioni che sono sfasate tra di loro di 120°.
La tensione di alimentazione del sistema trifase è di 380 V in valore efficace, alla frequenza f = 50 Hz.
La parte fissa del motore è detta statore ;la parte che può ruotare è detta rotore.
Sulla parte fissa del motore, lo statore, si trovano tre bobine doppie , le quali vengono disposte l’una rispetto all’altra di 120°.
Tali bobine vengono alimentate dal sistema trifase di tensioni; vengono, quindi, percorse da una certa corrente, e si ha luogo ad un campo magnetico variabile, generato ciascuno dalle tre bobine.
Ma poiché le bobine sono collegate sullo statore con un angolo meccanico pari a 120° ed inoltre il sistema trifase di tensioni è anche esso sfasato dal punto di vista elettrico di un angolo pari a 120° elettrici, il campo magnetico risultate non sarà fisso ma sarà variabile; questo campo magnetico ruota attorno all’asse del motore con una frequenza fissa: .
Il rotore non ruota a una velocità costante, cioè la velocità di sincronismo, ma rallenta al variare del carico; per cui il motore non è detto sincrono ma asincrono, cioè non rispetta la velocità di sincronismo imposta dallo statore.

Alternatore
L'alternatore è una macchina che viene messa in rotazione da un motore e in seguito alla rotazione genera una tensione alternata sinusoidale nei suoi avvolgimenti di uscita.
Poiché le tensioni generate sono tre il sistema delle tre tensioni, uguali in modulo, ma sfasate tra di loro di un angolo di 120° è detto sistema trifase di tensioni.
Nel sistema trifase fornito dall'ENEL i valori delle tensioni trifasi sono pari a 380 V, in valore efficace.
Per calcolare il rendimento possiamo fare il rapporto tra la potenza utile P e , che è quella erogata e la potenza assorbita P a , che è quella meccanica fornita dal motore meccanico che mette in rotazione il rotore.
La macchina sincrona è una macchina reversibile, nel senso che se alimentiamo lo statore con un sistema trifase di tensioni alternate, ed alimentiamo il rotore con una tensione continua, il motore ruota a velocità costante, anche se aumenta il carico; infatti non rallenta come i comuni motori all'aumentare del carico.
Poiché la frequenza è quella di rete e resta costante a 50 Hz, anche la velocità resta sempre costante, e per questo il motore si dice sincrono, cioè mantiene sempre la velocità di sincronismo.

italo losero home page - (...)
Rappresentazione dell'andamento del flusso magnetico e del valore istantaneo e nel tempo dell'intensità delle correnti nel motore asincrono trifase.
e altre storie gli anni 70 gli anni 80: funziona! gli anni 90: l'esplosione la storia in breve la storia (meno breve) ...l'epilogo? la preistoria presentazioni tecniche animazioni interruttore magnetotermico motore asincrono trifase dati personali curriculum (ita) curriculum (eng) note varie palladium....

TEST SUL MOTORE ASINCRONO TRIFASE
Da quali grandezze dipende il numero di giri del campo rotante di un motore asincrono trifase? .
La prova di corto circuito su di un motore asincrono trifase si effettua : .
Alimentando il motore ad una tensione doppia della nominale.
Nel motore asincrono trifase la potenza dissipata per effetto Joule sul secondario è data: .
Si vuole raddoppiare la velocità di un motore a 4 poli; per ottenere tale velocità l'avvolgimento dovrà fornire: .

Motori sincroni
Motori sincroni Principio di funzionamento Si consideri una macchina sincrona trifase inizialmente ferma e si supponga di alimentare l'avvolgimento induttore (rotore) con una sorgente ausiliaria di corrente continua e di collegare le tre fasi dello statore ad un sistema trifase di tensioni.
Passaggio dal funzionamento a vuoto al funzionamento come motore Da quanto sopra esposto, il funzionamento della macchina sincrona come motore inizia dalla condizione di parallelo con la linea, è perciò necessaria una iniziale manovra di parallelo.
E 0 uguale alla tensione di linea V Y , tuttavia bisogna tenere allacciato il motore ausiliario esterno che fornirà la potenza meccanica necessaria a vincere le coppie resistenti proprie del funzionamento a vuoto.
La macchina si trova nel funzionamento come motore rappresentato dalla figura (c).
Metodi per avviare i motori sincroni Il motore sincrono, come l'alternatore, si deve, prima di collegarlo alla rete, avviarlo e fargli acquistare la velocità sincrona.
Per tale scopo si adottano diversi metodi, quali: a) avviamento del sincrono come asincrono .
Si sfruttano le correnti circolanti nella gabbia di Leblanc oppure nelle testate massicce delle espansioni polari affinché il motore acquisti una velocità molto prossima a quella di sincronismo.

Download
Esso è tracciato nella forma corretta, ovvero col centro adeguatamente rialzato, al fine di correggere gli errori insiti nel modello stesso che in ogni caso sarà tanto più attendibile quanto più è elevata la potenza di targa del motore.
Fra i dati di targa da fornire vi è la potenza nominale che costituisce la potenza meccanica resa dal motore in condizioni di assorbimento di corrente nominale.
In entrambe le prove la potenza da fornire è quella lorda assorbita dal motore perché alla detrazione delle perdite per effetto joule provvede il programma.
La prova di cortocircuito deve essere riferita ad una corrente inferiore od al più uguale alla nominale, la potenza da fornire è quella lorda assorbita dal motore in quanto il programma stesso detrae le perdite nel ferro.
Prove elettriche sull'alternatore trifase ( ALTERNA3.ZIP 43KB, file .EXE) Il programma permette l'elaborazione completa delle prove a vuoto ed in cortocircuito di un alternatore trifase (generatore sincrono) secondo il modello di Behn-Eschemburg.
Sono contenuti MTRMOV.WK1 relativo alla prova a vuoto del TR monofase, MTRMOC.WK1 relativo alla prova in corto del TR monofase, MTRMOE.WK1 relativo alla elaborazione delle caratteristiche del TR monofase, ETRMOE.WK1 relativo alla simulazione del TR trifase).

EEI - equipaggiamenti elettronici industriali
Sistema elettronico EEI per il rilevamento e la sorveglianza della coppia e della velocità di un motore asincrono trifase .
Sistema elettronico EEI per il rilevamento e la sorveglianza della coppia e della velocità di un motore asincrono trifase.
In molte applicazioni è necessario rilevare con sufficiente precisione il valore istantaneo della coppia prodotta all'asse da un motore asincrono trifase con il segno (coppia motrice o frenante), ed eventualmente altre grandezze ausiliarie, come le componenti attiva e reattiva della potenza e della corrente di statore.
Ciò vale in particolare nel caso di azionamenti a velocità variabile, nei quali il motore viene alimentato a frequenza variabile da un convertitore statico, di solito un inveritore trifase a tensione impressa.
Spesso, oltre al valore della coppia, è necessario rilevare anche il valore della velocità del motore e dell'impianto azionato, con l'acquisizione dei segnali emessi da un encoder incrementale bidirezionale.
a brevettato un sistema, denominato TSD, in grado di rilevare con sufficiente precisione il valore istantaneo della coppia prodotta da un motore asincrono con inverter.
Questo sistema può essere utilizzato sia con la sola funzione di trasduttore, per trasmettere i due segnali analogici in tensione della coppia e della velocità del motore a strumenti indicatori e ad altri sistemi addetti ad eseguire le sorveglianze di coppia e velocità, sia come dispositivo di sorveglianza in grado di emettere dei segnali ON/OFF di consenso/allarme, ad esempio per darne segnalazione e comandare l'arresto dell'azionamento in caso di allarme.

EEI - equipaggiamenti elettronici industriali
Semplici azionamenti sono usati solo per il recupero usando, per esempio, un motore asincrono a velocità fissa..
· alimentazione c.a.: trifase, 400 V, 50 Hz, da distribuzione MT, con trasformatore MT/BT, o da generatori locali come alimentazioni di riserva;.
· motore c.c., 400 Vcc, 1000 - 2000 rpm, con eccitazione separata e ventilatore per la ventilazione forzata;.
Le nuove soluzioni permettono di risolvere i grossi problemi del collettore e delle spazzole del motore in c.c., quali:.
· breve vita del motore in c.c., fortemente utilizzato 24 ore al giorno per tutto l'anno;.
permette il controllo dell'alimentazione dell'armatura, della coppia e della velocità di un motore in c.c.
I nuovi azionamenti in c.a., con motore asincrono trifase o motore sincrono alimentato da un convertitore statico c.a./c.a., permettono oggi di raggiungere le stesse prestazioni di un azionamento standard in c.c., nella trazione di ogni tipo di impianto a fune..
Per ottenere buone prestazioni nel controllo del funzionamento del motore, vengono richieste tecniche di controllo avanzate: per esempio, il controllo "orientamento del campo al traferro", chiamato anche "controllo vettoriale", che consente un buon controllo della velocità e della coppia di un motore ad induzione..

Guide of MOTORE ASINCRONO TRIFASE



info: MOTORE ASINCRONO TRIFASE


Photo by digifiera.com
Home Page
Prova a vuoto del motore asincrono trifase .
Prova in corto circuito del motore asincrono trifase .
Misura della resistenza interna di un motore asincrono trifase .
Misura del rapporto di trasformazione di un motore asincrono trifase .
Prova diretta del motore asincrono trifase con dinamo freno in c.c.
Diagramma della caratteristica meccanica del motore asincrono trifase .
Diagramma dello schema circolare del motore asincrono trifase .

Generalità - Motore asincrono trifase
< > Index Manuale Moeller > Partenze modulari compatte elettroniche e Drives > Generalità > Motore asincrono trifase Partenze modulari compatte elettroniche e Drives Generalità Motore asincrono trifase [t-head1] Un'applicazione di azionamento richiede in primo luogo un motore, le cui caratteristiche devono essere in linea con l'applicazione prevista in termini di numero di giri, coppia e possibilità di regolazione.
Il motore maggiormente utilizzato nel mondo è il motore asincrono trifase.
Una struttura semplice e robusta, elevati gradi di protezione e forme costruttive standardizzate sono le caratteristiche dell'elettromotore più economico e diffuso.
Il motore trifase è definito dalle curve caratteristiche di avviamento, con momento di eccitazione M A , coppia di rovesciamento M K e coppia nominale M N .
Nel motore trifase sono disposti tre avvolgimenti, sfalsati l'uno rispetto all'altro di 120˚/p .
Attraverso l'applicazione di una tensione trifase sfasata temporalmente di 120˚, all'interno del motore viene prodotto un campo di rotazione.
Il numero di giri del motore dipende dal numero di coppia polare e dalla frequenza della tensione di alimentazione.

Piemme motori elettrici: motori asincrono monofase motori trifase
I nostri motori sono del tipo asincrono monofase e trifase con rotore a gabbia di costruzione chiusa, raffreddati con ventilazione esterna e comprendono le altezze d'asse tra 63 e 132 mm.

Motori, Motoriduttori, Variatori - DirectIndustry
Accessori per motori elettrici (12) spazzola di carbonio per motore, supporto motore, sistema di controllo, monitor di carico, ...

Motore trifase - tutti i fabbricanti | industria | industriale | - DirectIndustry
Motore asincrono trifase con quadro di alluminio .

Sicurweb - Sicurshop - Dettaglio prodotto
12.5 – Caratteristiche del motore con eccitazione indipendente.
12.6 – Caratteristiche del motore con eccitazione derivata.
12.8 - Caratteristiche del motore con eccitazione in serie.
12.9 - Caratteristiche del motore con eccitazione composta.
12.10 – Caratteristiche nominali di un motore a corrente continua.
15.2 – Modifica della caratteristica meccanica del motore.
18.9 – Effetti della corrente distorta sul motore.

Note sul motore elettrico asincrono trifase
si ottiene per il numero di giri del motore:.
1: Caratteristica meccanica di un motore elettrico .

Benefits


Photo by
Azionamenti ed Elettronica Industriali
1999-2000 Il programma del corso e' diviso in due parti: una prima parte esamina il funzionamento dei principali convertitori statici di energia, mentre una seconda parte riguarda l'analisi del comportamento statico e dinamico degli azionamenti elettrici, in cui l'attuatore e' un motore elettrico alimentato da un opportuno convertitori statico.
Convertitori statici ca/cc non controllati Rettificatore monofase a ponte; Rettificatore trifase a ponte; Influenza dell'induttanza di linea; Armoniche di corrente sulla rete e basso fattore di potenza.
Convertitori statici cc/ca Concetti di base degli inverter a tensione impressa; Inverter monofase; Inverter trifase; Tecniche di modulazione PWM per inverter monofase e trifase.
PARTE SECONDA Azionamenti con motore in cc Richiami sul funzionamento del motore in cc; Modello dinamico del motore in cc; Caratteristiche statiche con tensioni di armatura e di eccitazione costanti; Azionamenti con motore in cc con alimentazione in tensione o in corrente.
Azionamenti con motore asincrono Richiami sul funzionamento del motore asincrono; Modello bifase di un avvolgimento trifase; Modelli bifase del motore asincrono trifase; Caratteristiche statiche con alimentazione sinusoidale a frequenza costante; Modalita di controllo della velocita' del motore asincrono: controllo da statore e da rotore; Controllo in frequenza con alimentazione a tensione impressa; Controllo in frequenza con alimentazione a corrente impressa; Controllo ad orientamento di campo.

I ventilatori Centrifughi Savio S.r.l.
Forniti di motore asincrono trifase direttamente accoppiato (su richiesta sono disponibili motori monofase), sono dotati di giranti a pale in avanti con realizzazione in lamiera di acciaio zincato...
Forniti di motore asincrono trifase direttamente accoppiato, sono dotati di giranti a pale in avanti con realizzazione in lamiera di acciaio zincato.
Forniti di motore asincrono trifase direttamente accoppiato, sono dotati di girante a pale rovesce in alluminio a profilo alare con realizzazione in lamiera di acciaio zincato di forte spessore.
Forniti di motore asincrono trifase direttamente accoppiato, sono dotati di girante in acciaio saldato a pale rovesce con profilo costante con realizzazione in lamiera di acciaio zincato di forte spessore.
Temperatura max dell' aria trasportata 80°C, per temperature fino a +170°C vengono dotati di coclea saldata, motore con albero prolungato, distanziale, ventolina di raffreddamento e verniciatura alluminio alta temperatura..
Forniti di motore asincrono trifase direttamente accoppiato sono dotati di girante a pale rovesce in alluminio a profilo alare con realizzazione in lamiera di acciaio zincato di forte spessore..
Forniti di motore asincrono trifase direttamente accoppiato sono dotati di girante in acciaio saldato a pale rovesce con profilo costante con realizzazione in lamiera di acciaio zincato di forte spessore..

No title
Per azionamento in alternata si intende un sistema costituito da almeno un motore elettrico asincrono alimentato da un inverter.
La rete elettrica trifase, tramite i dispositivi di manovra, è collegata all'inverter che provvede ad alimentare il motore asincrono con tensione e frequenza variabile.
Il motore asincrono è connesso alla macchina operatrice tramite un organo di trasmissione ed è previsto un sistema di retroazione con un encoder.
Nel quarto capitolo si parla dei vari componenti l'azionamento: motore asincrono trifase, encoder incrementale con relativa connessione all'Unidrive tramite la porta encoder.
Nel quinto capitolo sono riportati due programmi scritti in DPL per il controllo del motore in velocità e posizione.

Spin Applicazioni Magnetiche
Speed Si rivela particolarmente utile quando si vuole ottenere in tempi molto rapidi (pochi secondi!) una valutazione globale del comportamento del motore, in termini di.
Il programma non richiede l'introduzione dettagliata della geometria, ma soltanto l'immissione dei dati relativi alle dimensioni delle diverse parti del motore (profondità cava, larghezza del dente, numero di spire, tensione di alimentazione, .)..
Figura 1 : tabella riassuntiva dei dati di impostazione del motore da analizzare.
Figura 2 : descrizione degli avvolgimenti per asincrono trifase.
Figura 3 : risultati del calcolo (coppia contro velocità) per asincrono trifase..
Figura 4 : calcolo delle grandezze fondamentali (corrente, tensione indotta negli avvolgimenti e coppia) in funzione della posizione del rotore per motore brushless ..
analisi dei risultati: transitori 'line start' per asincrono trifase.
Figura 7 : geometria e avvolgimento per motore c.c.

Generatori
Generatori e motori elettrici Raddrizzatore termoionico Modello di dinamo Macchina magnetoelettrica di Pacinotti Modello operativo e dimostrativo di alternatore polifase Modelli di indotto Motore magneto-elettrico Gruppo di due modelli operativi e dimostrativi di motori polifasi Dinamo e motore elettrico Pompa con motore elettromagnetico Pompa a motore elettromagnetico di Gaiffe Apparecchio magneto-elettrico Elettricità, magnetismo ed elettromagnetismo Sommario   RADDRIZZATORE TERMOIONICO Collocazione Spano Funzione Trasformazione di corrente alternata in continua.
Come motore può funzionare in serie e in parallelo.
Nel terzo collegamento, le dodici matasse sono ancora unite in serie, con presa di corrente da tre punti a 12O gradi l'uno dall'altro (sistema trifase a triangolo).
Costruttore Officine Galileo - Firenze Costo £ 90+110+100+110 Anno d'acquisto 1931 Descrizione A gabbia di scoiattolo per motore asincrono Il pacco di lamelle circolari di ferro è rappresentato da un grosso nucleo di legno scanalato e verniciato.
Menu   MOTORE MAGNETO-ELETTRICO Collocazione Università Funzione Mostrare il funzionamento di una dinamo.

MOTORE ASINCRONO TRIFASE ?

B.I.T. Bollettino dell'Innovazione Tecnologica - PTU Sitech
La maniera più usuale per classificare un motore elettrico è quella di fare riferimento alla modalità di alimentazione.
Questi ultimi possono funzionare solo se la forma d'onda della tensione o della corrente di alimentazione è adeguata alla realizzazione del motore, mentre i primi possono essere alimentati anche da rete.
Viceversa, quando è necessario ottenere una elevata coppia di carico a bassa velocità di rotazione due sono le soluzioni tecnicamente possibili: o impiegare un motore di coppia oppure utilizzare un motore convenzionale collegato al carico tramite un riduttore.
Quest'ultima possibilità è tanto meno conveniente quanto più elevata è la dinamica del carico, dal momento che l'energia assorbita dall'alimentazione per ottenere il comportamento dinamico desiderato viene utilizzata quasi esclusivamente per la movimentazione del motore.
3 - Caratteristiche statiche e dimensioni esterne di un motore di coppia e di un motore convenzionale di velocità.
Fino a quando un azionamento è considerato dal punto di vista funzionale come un generatore di coppia non è necessario prendere in considerazione né il tipo di motore, né il tipo di convertitore che alimenta il motore e tanto meno la modalità di alimentazione del motore per ottenere l'andamento desiderato della velocità o della coppia motrice.
Centro Esperienze Idrodinamiche Marina Militare
La camera ha gli spigoli arrotondati e la velocità massima ammissibile per la vena fluida è di 12.0 m/s continuativa con una contrazione della vena fluida di 5.96:1, il limite superiore di tale velocità è imposto dall’estensione dei tratti verticali del tunnel e dalla potenza del motore della girante.Il tunnel è dotato delle seguenti apparecchiature di misura e ricerca: Dinamometro principale J15 , costruito dalla Kempfs & Remmers con sensori tipo strain gauge capace di leggere la spinta assiale, la coppia e la velocità di rotazione.
L’asse del J15 è coincidente con l’asse del tratto orizzontale superiore del tunnel, il braccio porta elica è sostenuto da una crociera e fuoriesce dal lato a monte della camera di osservazione dove trova posto il gruppo motore su apposite slitte.
L’H40 è costituito da un braccio porta elica appeso ad un braccio verticale opportunamente avviato che fuoriesce da una delle finestre superiori di osservazione su cui viene montato il gruppo motore/inclinazione.
Il riduttore è ad ingranaggi elicoidali con rapporto di riduzione pari a 1:4 (1500:375) ed è collegato al motore principale tramite un giunto elastico a pioli simile al precedente.
Sviluppo e storia dell'industria dei motori in Italia
motore elettrico asincrono trifase da 420 CV di produzione Ansaldo;.
Motore elettrico asincrono di media potenza del Tecnomasio Italiano Brown Boveri di Milano.
Motori asincroni monofase
Funzionamento di un motore asincrono trifase come monofase.
Il motore asincrono trifase può funzionare in monofase collegando un condensatore in derivazione su due morsetti, qualunque sia il tipo di collegamento utilizzato per collegare le fasi del motore..
Il condensatore deve avere l'effetto di trasferire sul morsetto non alimentato del motore una tensione che deve essere, in ampiezza e fase, la più possibile corrispondente a quella mancante..
La soluzione ottimale, in particolare per i motori che devono avviarsi sotto carico, è quella di utilizzare due condensatori: uno in fase di spunto e di avviamento e uno, di capacità inferiore, da utilizzare solo quando il motore è in marcia a regime.
interruttori a camme): la prima posizione corrisponde alla condizione di motore fermo, la seconda a quella di motore in marcia con un solo condensatore, la terza a quella di motore in fase di avviamento (posizione instabile); questa soluzione è affidata alla sensibilità dell'operatore, il quale rilascerà la manopola, nella seconda posizione, non appena si sarà accorto, dal rumore più regolare del motore, che la fase di avviamento è superata..
Mini Motor
Consentono il controllo ad elevata dinamica di velocità, coppia e posizione dell'albero motore.
Sono stati realizzati per azionare piccoli motori trifase, di potenza compresa fra i 10 e i 740 Watts.
Questi modelli, completamente digitali, sono facilmente adattabili a diversi tipi di motore, encoder e tipo di funzionamento attraverso 50 funzioni programmabili.
Il Mininvert 270E è un nuovo azionamento per motori asincroni trifase per potenze fino a 0, 27 Kw che unisce la tradizionale qualità Mini Motor ad un prezzo estremamente conveniente.
Il controllo della velocità del motore avviene tramite il potenziometro sul frontale dell'apparecchiatura, da 0 fino a 120 Hz.
Corrente alternata
Il controllo motore è uno dei temi applicativi i nel settore industriale di maggior interesse.
L'utilizzo di DSP nella progettazione dei sistemi e delle schede di controllo motore consente di utilizzare le doti di velocità e le potenzialità di elaborazione di questi dispositivi (...).
LMS è un azionamento a velocità variabile con convertitore integrato della serie LM nel motore e controllo digitale ad anello aperto disponibile sui motori elettrici di produzione Bonfiglioli sia della serie M (...) .
Alle alte accelerazioni la potenza del motore viene spesa per la trasmissione.
Obiettivo: ottenere aumenti di velocità con elevate precisioni e risolvere i problemi delle lunghezze dei campi di lavoro, ricorrerendo al motore lineare (...) .
I motori della serie TMS , realizzati da Elettromeccanica Tessaro (Schio), sono motori asincroni trifase con freno in cc, raffreddati con ventilazione esterna (...).
Mini Motor lancia i motoriduttori coassiali e a vite senza fine, convertitori statici di frequenza per l'azionamento di motori trifase con possibilità di posizionamenti (...).
Il modello MII , acronimo di Motore con Inverter Integrato , sviluppato da Carpanelli Motori Elettrici S.p.a., consiste nella simbiosi tra un motore asincrono trifase (...).


Home @CallCenter